Le migliori applicazioni per seguire la Premiere League

La Premier League è sicuramente il campionato più bello attualmente, anche grazie alla presenza di numerosi sceicchi che hanno portato sull’isola quasi tutti i campioni in circolazione. Ma ora non c’è più bisogno di comprare un abbonamento ad una televisione pay-per-view per seguire le fasi del campionato inglese. La rivoluzione tecnologica infatti ha fornito agli appassionati i tablet e gli smartphone per seguire la Premiere League minuto per minuto, ovunque vi troviate.

In questo articolo segnaliamo alcune tra le migliori applicazioni, gratuite e non, per seguire i propri beniamini della Premier League sui propri smartphone Android o iOS.

“Onefootball” è sicuramente un’applicazione completa, con news personalizzabili, calciomercato, risultati, classifiche in tempo reale della Premier League e non solo. L’applicazione permette di consultare le formazioni delle squadre che scendono in campo, oltre a tutte le statistiche.

Continua a leggere

Share

Ecco la nuova tariffa sulle Sim 3 per chi possiede Carta Payback

In arrivo la nuova carta sim ricaricabile All-In 300 PAYBACK, che é un’offerta speciale riservata soltanto ai possessori di carta payback. In pratica, con questa promozione si pagherà soli 5 euro al mese, anziché 10 avendo a disposizione all inclusive sia promozioni con minuti, che sms e traffico internet.

La Carta PAYBACK permette di poter accumulare punti e sconti sfruttando acquisti fatti su esercizi convenzionati. Per ogni acquisto si accumulano punti che corrispondono a poter risparmiare su futuri acquisti presso aziende convenzionate, marchi prestigiosi suddivisi in vari settori. Tra i più importanti sottolineiamo  : Mediaset Premium, a Esso, a Carrefour a Bnl. Tra gli operatori di telefonia c’è proprio TRE, che per i titolari di carta Payback mette a disposizione l’offerta All-In 300 PAYBACK. Tale offerta si compone di 300 minuti, 300 sms e 2 GB di traffico internet per un totale di soli 5 euro al mese.

Continua a leggere

Share

Lo smartphone si rompe: conviene ripararlo?

Gli smartphone, così come tutti i moderni oggetti elettronici quali tablet, computer, lettori di musica digitale, ecc., sono sempre più costosi e sofisticati. Il loro prezzo, a volte – ammettiamolo – spropositato, è strettamente legato agli alti investimenti in Ricerca&Sviluppo che le tecnologie innovative richiedono a prescindere dal campo di applicazione e dal mercato che intendono servire.
Al fine di essere sempre più smart e di supportare le innumerevoli funzioni, i componenti sono diventati complessi e quasi a prova di riparazione. Infatti, se per esempio, si rompe il fragile schermo, in alcuni cellulari sarà necessario sostituire anche il touchscreen perché fa corpo unico con il cristallo.
Questo significa almeno 3 cose:
1) il costo della riparazione varia molto: può andare dai 30 ai 250 euro a seconda del tipo di telefono che si possiede e della complessità del pezzo da sostituire.

Continua a leggere

Share

Iphone 6 usati

Nel mercato degli smartphone, per restare sempre al passo con le novità del settore e poter sfoggiare sempre il modello di tendenza e alla moda, sta crescendo sempre più il mercato parallelo dei modelli usati e ricondizionati.

Tra i prodotti più richiesti gli iPhone 6 usati, prodotti che vengono certificati e ricondizionati da strutture esperte e qualificate. Tra i siti specializzati per l’acquisto di questa tipologia di prodotto, Fuoriprezzo.it, un sito specializzato che consente un notevole risparmio su iphone 6 usati e su tantissimi altri modelli da Smartphone a tablet. Fuoriprezzo.it può garantire, oltre al massimo risparmio, anche una serie di garanzie e di vantaggi, sui prodotti usati, sui ricondizionati e sul nuovo. Tra i punti di forza del sito
una grafica ben curata ed intuitiva che porta a consultare rapidamente gli smartphone, come gli iphone 6 usati e altri, i tablet, i prodotti ricondizionati e usati.

Ogni scheda prodotto riporta una foto reale del prodotto e tutte le caratteristiche. Sui prodotti usati e ricondizionati si può leggere, nel dettaglio, la tipologia di intervento. Sui prodotti ricondizionati e su quelli usati, ad esempio, si può arrivare a risparmiare sino al
30% rispetto al prezzo del prodotto nuovo. Un team specializzato che può contare su una vasta rete di fornitori e su centri assistenza dedicati dove arrivano, attraverso diversi canali, i prodotti che vengono presentati sul sito.

Se non si vuole rinunciare all’ultimo prodotto e si vuole allo stesso risparmiare, Fuoriprezzo.it rappresenta una risorsa da tenere costantemente sotto controllo e inserire nei siti preferiti per i propri acquisti.

Share

Riparare vetro iPad presso Apple Store

schermo-ipad

Il vostro iPad è caduto a terra e il suo schermo è andato in mille pezzi? Niente paura, perché tutto è risolvibile. Qualora l’unico danno arrecato dalla caduta sia solo lo schermo, il danno non è eccessivo e si può riparare a cuor leggero. Per esserne certi, però, consigliamo di dare il device nelle mani di un esperto, per capire, attraverso un esame diagnostico particolare, se ci sono parti hardware rovinate, quali sono e gli eventuali costi di riparazione. Il nostro consiglio, quando accade qualcosa del genere, è di dare il dispositivo nelle mani giuste, perché ci si potrebbe trovare nella situazione di aver pagato per una sistemazione non ben fatta.
Continua a leggere

Share

Mondiali Brasile 2014: come difendersi dalle frodi dei cybercriminali

Carte di credito, phishing e malware: l’infografica con i consigli degli esperti di sicurezza informatica

Malware, phishing, chupacabra e mobile app pericolose, i pirati informatici si stanno organizzando per approfittare delle migliaia di attività digitali che si svolgono prima e  durante i Mondiali attraverso i dispositivi mobili di tutto il mondo. Ma non si tratta solo di attività connesse alla rete, a rischio sono anche gli ATM e le carte di credito che con mezzi sempre più sofisticati vengono presi di mira per il furto di dati personali. Come prevenire quindi il rischio di essere vittime inconsapevoli? A illustrarlo sono gli esperti di  Kaspersky Lab, specialisti nella sicurezza IT, con un’infografica che mette in guardia dai possibili attacchi su dispositivi mobili e presso gli sportelli ATM.

“Noi rileviamo 50-60 nuovi domini di phishing ogni giorno solo in Brasile e sono, nella maggior parte dei casi, progettati in modo molto professionale” ha dichiarato Fabio Assolini, Senior Security Researcher di Kaspersky Lab. “Per molti utenti è tutt’altro che facile distinguere un dominio fraudolento da uno vero.” Secondo i dati di Kaspersky Lab poi, oggi circa il 17,4% del traffico web mondiale per fare shopping e operazioni bancarie online proviene dai dispositivi mobili, e il 98% dei dispositivi colpiti da malware ha un sistema Android. Ogni giorno inoltre circa sette persone hanno libero accesso ai dati personali di un utente e in occasione di un evento che muove un patrimonio milionario come i Mondiali, questi dati sono in costante crescita. Nell’infografica vengono quindi illustrate le quattro mosse messe in campo dai malfattori a cui rispondere con una “difesa” da campioni.

Malware e phishing
Sempre più sofisticati i cyberpirati riescono a riprodurre siti che sembrano ufficiali ottenendo certificazioni SSL e inserendo url apparentemente sicure che iniziano con “https”.
Questi siti raggiungono gli utenti attraverso mail che annunciano la vincita di un biglietto per la Coppa del mondo oppure omaggi falsi, poi però cliccando sul collegamento si attiva un trojan che accede a tutti i dati personali presenti sul dispositivo, compresi gli accessi bancari. Il consiglio degli esperti di sicurezza informatica è quindi quello di esaminare bene qualsiasi pagina web prima di inserire qualunque credenziale, diffidare dei messaggi ricevuti da mittenti sconosciuti e soprattutto evitare il click a link contenuti all’interno di mail sospette.

App mobile pericolose
Anche le app sono diventate sempre di più un  veicolo di malware, quindi prima di scaricarle è fondamentale verificare che il fornitore dell’app sia affidabile e la pertinenza dell’eventuale richiesta di dati personali sensibili.

Sportelli ATM, carte di credito e la pratica de chupa cabra

Secondo le indagini di Kaspersky Lab la clonazione di carta di credito con furto del PIN è uno dei pericoli più diffusi e lo smarrimento è  una delle preoccupazioni maggiormente ricorrenti tra le persone. In Brasile si sta diffondendo, proprio in occasione del massivo arrivo di turisti, la pratica che unisce lo skimmer al chupacabra, che consiste nella  clonazione della carta presso lo sportello ATM a cui segue il furto del PIN attraverso la presenza di una fotocamera nascosta. Da non sottovalutare sono anche gli attacchi ai POS wireless, soprattutto se si lascia la carta in mano ad un cameriere o cassiere  poco professionale.

Wi-fi e caricabatterie pubblici
Collegando il proprio dispositivo mobile a porte usb non conosciute, wi-fi liberi non ufficiali o a caricabatterie non propri si corre il rischio che il dispositivo utilizzato venga infettato con lo scopo di compiere il furto di dati personali, contatti e credenziali. Secondo Kaspersky Lab in questo caso è raccomandabile portare sempre con sé il proprio caricabatterie e navigare soltanto su reti riconosciute o ad accesso limitato.

inf_fifa4

Share

Polizze online ma anche telefoniche dove poter avere consulenza

Il servizio di consulenza assicurativa: via telefono è sempre preferibile

Ormai il mondo delle assicurazioni corre sul filo del web. Anche le compagnie assicurative di stampo tradizionale hanno infatti aperto un canale web per riuscire a scovare molti clienti anche direttamente in rete e si stanno diffondendo in modo sempre più capillare le compagnie che scelgono di operare solo ed esclusivamente sul web, senza avere quindi alcuna agenzia di riferimento sul territorio. Perché questa tendenza? La risposta a questa domanda è piuttosto ovvia, perché in questo modo è possibile ottenere dei benefici economici per tutti. Le compagnie infatti riescono ad abbattere notevolmente tutti i loro costi e questo significa che le loro entrate sono nette. Le compagnie riescono così ad abbassare le loro tariffe e questo significa che i clienti non devono più spendere un’esagerazione per ottenere una valida polizza assicurativa per la loro auto.

Continua a leggere

Share

Le migliori app della Formula 1 per iOS e Android

rosberg

Il mondiale di Formula 1 è iniziato, come di consueto, con il Gran Premio d’Australia che rimarrà nella storia degli appassionati delle quattro ruote come momento di rottura con un passato recente a volte anche troppo noioso. La rivoluzione ampiamente criticata da Bernie Ecclestone con il passaggio ai motori turbo ad altissimo quoziente di elettronica, ha fatto sentire tutti i limiti della sua gioventù: la folle corsa allo sviluppo con poche possibilità di test ha penalizzato, come ampiamente previsto dagli esperti del settore, l’affidabilità di molti team, inclusi quella dei top team.

Continua a leggere

Share